lunedì 9 marzo 2009

IL VERO RUOLO DEL CITTADINO


Non ho mai partecipato ad un Incontro Nazionale di un partito politico, per ovvi e naturali motivi … ho
avuto modo di vedere in video e leggere sulla stampa come – in
genere – si svolgono queste “adunanze politiche", in particolare quando si avvia una campagna elettorale e/o quando si elegge un “segretario” di un partito politico.

Evito i commenti … su queste manifestazioni, che poco hanno a che fare con i reali problemi dei cittadini.

Ieri a Firenze (presso il Teatro tenda Saschall) si è tenuto il Primo Incontro Nazionale delle Liste Civiche dei Comuni a Cinque Stelle “beppegrillo.it”, in genere andare a sentire (o vedere) Grillo in un suo spettacolo è ben diverso, la folla partecipa per vari motivi, alcuni legati alle denunce ed altri legati alla spettacolarità dell’evento ed alla “satira politica” che in genere distingue il “comico” (per professione) dai “comici politici” che si candidano a governare il paese.

Oggi ho avuto modo di leggere su alcune testate giornalistiche, dalle più importanti a quelle meno diffuse a livello nazionale l’evento di Firenze, vi assicuro - da persona presente a Firenze e in quel teatro tenda - ho trovato i commenti dei giornalisti accreditati davvero forvianti, irreali e faziosi … lo spazio dedicato sulla stampa è stato molto limitato, così come quello dedicato dalle cinque TV allineate …, ecco questa esperienza mi ha dato la certezza di come la stampa e alcuni giornalisti riescono a modificare gli eventi e deviare gli interessi e le informazioni verso il pubblico.
Vi erano oltre 2000 persone presenti nel teatro tenda, quasi tutti candidati per le Liste Civiche (Comuni a Cinque Stelle “beppegrillo.it”), altri provenienti dai “Meetup” di mezza Italia e qualche curioso … unica forma di accredito per la manifestazione “la rete” … il vero ed unico mezzo con cui si è creato, sviluppato ed è cresciuto questo movimento civile e democratico; tanta gente, molti giovani, ognuno con la propria faccia, con le proprie idee, con le proprie testimonianze … un clima di vera “rinascitadella democrazia … senza slogan e senza particolari ambizioni … o meglio con un unico obbiettivo – tentare di cambiare il modo di fare politica; riportare la politica al servizio dei cittadini, risolvere - possibilmente - a monte i bisogni e le necessità dei cittadini.

Grillo ha snocciolato le idee ed i programmi, questi sono nati e si sono sviluppati grazie al costante dialogo di tanta gente collegata in rete, maturate “grazie” a realtà devastanti e conflitti paradossali … con Lui tanti noti personaggi (Travaglio, Montanaro ecc.) hanno spiegato ed elencato all’attenta platea le assurdità di una politica calata dall’alto, hanno fotografato la politica sorda, muta e ceca … una politica che sempre più si allontana dalla gente comune per permettere ai pochi “brontosauri e cavernicoli” di continuare ad incontrasi nelle solite stanze del potere economico e finanziario … quei luoghi in cui la crisi non entra mai – come sempre !! - in genere la crisi bussa sempre più forte alla porta del semplice cittadino e che ha già mietuto molte “vittime” tra i lavoratori e le famiglie.

Quello che è parso chiaro a tutti i presenti è stata la via da percorrere per risolvere tanti, tantissimi problemi, le soluzioni suggerite sono più semplici ed economiche di quanto possa sembrare … basterebbe rileggere con attenzione la Nostra Costituzione ed attenersi scrupolosamente a quanto è scritto in essa, basterebbe mettersi dalla parte dei cittadini, basterebbe scrollarsi di dosso il “vecchio” e guardare con fiducia ed attenzione alnuovo” … basterebbe aggiornarsi, comprendere, informarsi, rimodularsi verso i veri problemi da risolverequando si dice che “le cose semplici sono sempre le più difficili da svolgere” … ma di fatto sono le migliori
In quella sala vi erano dialetti da tutta Italia, gente giovane … gente che ha deciso di tentare di entrare negli ingranaggi (impenetrabili) della politica, partendo dai Comuni … proprio dai quei “centri di potere” più vicini alle esigenze (spesso inascoltate) dei cittadini … lì porre le fondamenta, le basi culturali e civili di una nuova rinascita” … tentare dai Comuni per cambiare il modo di fare politica … imporre la “trasparenza”, il “dialogo” con i cittadini, il “benessere” comune … l’uso razionale delle energie, dell’acqua, del verde … che è l’unico “vero capitale” che c’è stato consegnato – non certamente per distruggerlo – ma per poterlo valorizzare e consegnare alle generazioni future il più intatto possibile … parliamo della vera ed unica ricchezza dell’umanità.
L'obiettivo che si sono (ci siamo) dati è comune tra tutte le città ove sarà presente la Lista Civica (Comuni a Cinque Stelle “beppegrillo.it”) ed è quello di sviluppare nelle città una maggior informazione e quindi consapevolezza sui problemi effettivi e fornire indicazioni e soluzioni sostenibili, per un nuovo modello di città che avrà al centro i cittadini; convinti che solo un cittadino consapevole, informato e che si riappropria dei luoghi della decisione collettiva, è un cittadino veramente libero. Pesaro (ma ogni città italiana) merita l'impegno e la civiltà dei propri cittadini, in quanto si pretende di diventare un “Comune a Cinque Stelle”, stelle che rappresentano gli obiettivi primari della Lista Civica: Acqua, Trasporti, Energia, Ambiente, Sviluppo.


Raffaele

Nessun commento:

Posta un commento